Cresce la preoccupazione per l'ambiente

28.1.2020 - 12:06, ATS

Cresce la preoccupazione per l'ambiente in Svizzera. Immagine d'archivio.
Source: KEYSTONE/GAETAN BALLY

Negli ultimi anni è calata la quota di popolazione che valuta la qualità dell'ambiente in Svizzera buona, mentre il rumore del traffico, l'inquinamento e le radiazioni sono considerati sempre più fastidiosi.

È quanto emerge dalla rilevazione sul tema dell'ambiente svolta dall'Ufficio federale di statistica (UST).

Fra il 2015 e il 2019 la quota di persone che valuta la qualità dell'ambiente molto buona o abbastanza buona è calata dal 92% all'84%, si evince dai dati pubblicati oggi.

Anche la qualità dell'ambiente nei dintorni di casa è stata recentemente valutata buona dall'89% della popolazione, mentre nel 2015 e nel 2011 era ancora di questa opinione il 95%. Il 31% si è detto disturbato a casa dal rumore del traffico, contro il 24% nel 2015 e il 23% nel 2011.

Sempre l'anno scorso, solo il 13% della popolazione in Svizzera considerava la qualità dell'ambiente su scala mondiale molto o abbastanza buona, contro il 20% nel 2015 e il 23% nel 2011.

In Svizzera la tendenza ad acquistare prodotti biologici aumenta, specialmente in Romandia, dove il 53% li ha comprati spesso, contro il 41% della Svizzera italiana e il 40% di quella tedesca. I prodotti biologici, inoltre, sono consumati più frequentemente dagli abitanti delle aree urbane che da quelli delle zone rurali. Più alto anche l'utilizzo con il crescere del livello di formazione.

Tornare alla home page