Glarona

Pene di 10,5 anni a quattro persone per aggressione

hael, ats

17.12.2021 - 16:28

Il tribunale cantonale di Glarona ha condannato a pene detentive di dieci anni e mezzo gli autori e i mandanti di un'aggressione di un uomo avvenuta a Bilten tre anni fa. Sono stati riconosciuti colpevoli rispettivamente di tentato assassino e istigazione allo stesso.
Il tribunale cantonale di Glarona ha condannato a pene detentive di dieci anni e mezzo gli autori e i mandanti di un'aggressione di un uomo avvenuta a Bilten tre anni fa. Sono stati riconosciuti colpevoli rispettivamente di tentato assassino e istigazione allo stesso.
Keystone

Il tribunale cantonale ha condannato a pene detentive di dieci anni e mezzo gli autori e i mandanti di un'aggressione di un uomo avvenuta a Bilten tre anni fa. 

hael, ats

17.12.2021 - 16:28

La vicenda riguarda un'imboscata avvenuta la sera del 3 ottobre del 2018 a Bilten (GL), ai danni un kosovaro di 41 anni domiciliato nel cantone. Due individui lo hanno preso a bastonate, causandogli ferite tanto gravi, specialmente alla testa, che la vittima se l'è cavata solo con tanta fortuna e grazie al rapido ricovero con l'elicottero all'ospedale cantonale di San Gallo. L'attacco era stato commissionato per vendetta da due persone che furono aggredite dal kosovaro un anno e mezzo prima dei fatti in questione.

I due giovani autori materiali della ritorsione sono stati ora condannati a 10,5 anni di reclusione. Hanno agito per conto di altri due imputati, incassando 10'000 franchi, precisa la sentenza pubblicata oggi dalla prima istanza.

Anche ai due mandanti sono stati inflitti dieci anni e mezzo; ma per uno di loro la pena complessiva è risultata di 13 anni per tutta una serie di altri delitti.

Tutti e quattro i principali colpevoli sono stati imprigionati per scontare anticipatamente la pena. Al termine saranno espulsi dalla Svizzera per 15 anni.

Il processo, la cui udienza principale ha avuto luogo in agosto, a visto davanti alla sbarra sette persone: Sei originari di Albania, Kosovo e Macedonia e un belga.

Una di loro è stata sanzionata con 18 mesi di detenzione per reati di droga, per falsità in certificati e per aver ingannato funzionari. Una coppia sposata se l'è cavata con condanne condizionali di rispettivamente 10 mesi e un anno. Aveva falsificato un estratto del registro delle esecuzioni per ottenere un appartamento di cui avevano urgente bisogno.

Un'ulteriore espulsione dalla Svizzera, per cinque anni, è stata decisa anche per un altro imputato. La misura sarà registrata nel Sistema d'Informazione Schengen, e quindi il divieto si applica a tutta l'area in questione.

Il tribunale ha riconosciuto alla vittima dell'aggressione un indennizzo di 80'000 franchi. I condannati dovranno anche pagare spese consistenti per il procedimento a loro carico.

Il verdetto del Tribunale cantonale, che è la prima istanza penale glaronese, può ancora essere impugnato alla Corte superiore cantonale. La procura aveva chiesto pene detentive più elevate, gli avvocati della difesa avevano chiesto assoluzioni di vasta portata.

hael, ats