Israele: per i magistrati  Netanyahu ha usato il potere in maniera proibita

SDA

5.4.2021 - 12:48

Il premier israeliano Benyamin Netanyahu, criticato in piazza davanti al tribunale, è incriminato per corruzione, frode e abuso di potere.
Keystone

«Un caso grave di corruzione di regime». È questo l'atto di accusa che la Procuratrice Liat Ben Ari ha rivolto al tribunale di Gerusalemme davanti al quale siede il premier israeliano Benyamin Netanyahu, incriminato per corruzione, frode e abuso di potere.

SDA

5.4.2021 - 12:48

Una vicenda nella quale il «primo sospettato è il premier di Israele che ha usato il suo grande potere in maniera proibita», ha aggiunto.

Nel frattempo, di fronte alla sede del tribunale distrettuale di Gerusalemme dove è in corso la udienza del processo a Netanyahu, si sono organizzati due picchetti di dimostranti.

Uno è composto da aderenti al movimento 'Crime Minister', che invoca la rimozione immediata di Netanyahu dalla carica di primo ministro. Fra i dimostranti – alcune decine – ne spicca uno che indossa la tenuta da carcerato ed una maschera con le sembianze del premier.

A breve distanza, separato da un cordone di agenti, c'è un picchetto di tono opposto organizzato da due deputati del Likud, Galit Distel-Etebaryan e Shlomo Kar'i. Su un palco hanno eretto un cartellone su cui si legge, con un riferimento alla elezioni politiche di fine marzo: 'Il popolo ha scelto: Netanyahu'. Inoltre, in un messaggio diretto personalmente al premier, viene assicurato: 'Non marcerai mai da solo'.

SDA