Italia: morto il turista francese disperso

ATS

18.8.2019 - 22:03

Il luogo in cui si trovava l'escursionista francese.
Source: Google Maps

Morto in un burrone. Le speranze di trovare ancora vivo un turista francese di 27 anni disperso in Calabria dal 9 agosto nel Golfo di Policastro durante un'escursione, si sono infrante in serata.

Il cadavere è stato individuato dagli uomini del soccorso alpino in zona «Belvedere di Ciolandrea», nel comune di san Giovanni a Piro, in provincia di Salerno.

Un epilogo drammatico al termine dell'ennesima giornata di ricerche, caratterizzate da una sola novità: il ritrovamento di tracce di sangue in prossimità della spiaggia della Molara di Scario. I reperti erano stati portati per gli esami nel laboratorio di analisi dell'ospedale di Vallo della Lucania, ma ormai è tutto inutile.

La chiamata disperata in cerca di soccorsi

A dare l'allarme era stato proprio l'escursionista francese con una telefonata ai soccorsi, venerdì 9 agosto verso le nove del mattino. Il 27enne ha chiesto aiuto dicendo di essere ferito alle gambe per essere caduto in un dirupo. Da quanto ricostruito, il giovane, giovedì 8 agosto, dopo essere giunto in treno alla stazione ferroviaria di Policastro, avrebbe dormito in tenda sulla spiaggia di Scario. Avrebbe, poi, spento il proprio cellulare durante la notte per riaccenderlo intorno alle 6 e mezzo del mattino, quando, presumibilmente, ha iniziato il suo percorso escursionistico, diretto da Policastro a Napoli.

Il 27enne viveva a Roma e frequentava un dottorato in Storia dell'arte, dopo essersi laureato alla Sorbona. Era un appassionato di escursionismo e non è la prima volta che si era cimentato in imprese del genere.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS