Italia: sparatoria in strada vicino a Roma, 3 morti

SDA

13.6.2021 - 16:05

Una sparatoria in strada ad Ardea, vicino a Roma, questa mattina ha causato la morte di due bambini, fratelli, e un anziano, che sarebbe nonno dei fanciulli. L'autore dei colpi di pistola, un 35enne, barricatosi all'interno di un'abitazione, si sarebbe suicidato.

I carabinieri hanno recuperato cinque tele settecentesche rubate 23 anni fa. Immagine d'archivio.
Immagine d'illustrazione d'archivio.
KEYSTONE/EPA ANSA

SDA

13.6.2021 - 16:05

Sul posto sono giunti un negoziatore e squadre specializzate dei carabinieri come pure il Gruppo intervento speciale (Gis), riferisce l'agenzia di stampa italiana Ansa. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire cosa sia accaduto e di capire il movente.

Lo sparatore è stato intanto trovato morto nell'abitazione dove si era barricato. Secondo le prime informazioni si sarebbe suicidato.

I due fratellini sono stati colpiti dagli spari mentre giocavano davanti casa. L'altra vittima, di 84 anni, passava in quel momento in bicicletta, secondo i primi esiti delle indagini.

Una famiglia problematica

«La famiglia che occupa la villetta dove si è barricato l'omicida è stata segnalata più volte alle forze dell'ordine per episodi di degrado e molestie. Basti pensare che uno degli agenti della nostra vigilanza privata è addetto proprio a controllare quella villa». Lo dice all'Ansa Romano Catino, il presidente del consorzio Colle Romito, che gestisce il centro residenziale dove è avvenuta la sparatoria.

Il padre dei due bambini è ai domiciliari nello stesso comprensorio, secondo il sindaco della cittadina, Mario Savarese. Tra lo sparatore e le vittime, anche la terza, un anziano che secondo il sindaco sarebbe nonno dei bimbi, ci sarebbe un rapporto di parentela.

Prima delle dichiarazioni di Savarese, tutto pareva indicare che tra l'anziano e i fanciulli non vi fosse alcuna parentela.

SDA