L'allarme dell'Oms: «Nazioni più povere a corto di vaccini»

SDA

22.6.2021 - 08:37

L'Organizzazione mondiale della sanità lancia l'allarme: molti dei Paesi più poveri che hanno ricevuto i vaccini contro il Covid-19 attraverso l'iniziativa Covax non hanno più dosi per portare avanti la campagna di immunizzazione (foto d'archivio)
Keystone

Molti dei Paesi più poveri che hanno ricevuto i vaccini contro il Covid-19 attraverso l'iniziativa Covax non hanno più dosi per portare avanti la campagna di immunizzazione. È l'allarme lanciato dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

SDA

22.6.2021 - 08:37

Secondo il consigliere del direttore generale dell'Agenzia dell'Onu, Bruce Aylward, il programma Covax ha consegnato 90 milioni di dosi a 131 paesi ma queste non bastano per proteggere le popolazioni, soprattutto in un momento in cui l'Africa si sta preparando per una terza ondata.

Almeno la metà» degli 80 paesi a basso reddito coinvolti nell'iniziativa Covax, ha sottolineato il consigliere dell'Oms, «non ha vaccini sufficienti per svolgere il loro programma di immunizzazione». Un numero, spiega, che potrebbe essere molto più alto.

Aylward ha spiegato che alcuni di questi Paesi hanno cercato di prendere accordi alternativi per risolvere l'emergenza pagando per i vaccini un prezzo molto più alto rispetto al valore di mercato con conseguenze molto gravi per le loro economie.

SDA