Spazio

Arrivano nuove conferme, c'è acqua liquida su Marte

SDA

29.9.2022 - 21:20

Arrivano nuove prove sull'esistenza di acqua liquida sotto il polo sud di Marte, identificata per la prima volta nel 2018 da uno studio italiano pubblicato su «Science».

Un'immagine del 2015 mostra dei crateri lasciati presumibilmente da correnti stagionali su Marte.
Un'immagine del 2015 mostra dei crateri lasciati presumibilmente da correnti stagionali su Marte.
KEYSTONE/EPA/NASA HANDOUT

SDA

29.9.2022 - 21:20

La conferma arriva da nuove analisi pubblicate su «Nature Astronomy» da un gruppo di ricerca guidato dall'Università di Cambridge usando un metodo completamente differente rispetto a quello di 4 anni fa.

«A nome di tutti i miei colleghi posso dire che siamo estremamente felici che un metodo indipendente confermi la plausibilità dell'esistenza di acqua liquida su Marte», ha commentato all'ANSA Enrico Flamini, oggi all'Università di Chieti-Pescara e nel 2018 uno dei responsabili della storica scoperta di acqua liquida su Marte realizzata con i dati del radar Marsis a bordo di un satellite dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa).

Acqua sotto il ghiaccio

Una conferma indipendente dell'esistenza di acqua liquida arriva giovedì da un altimetro laser istallato a bordo del satellite Mars Global Surveyor della Nasa che è stato in grado di misurare le variazioni dell'altezza dei ghiacci che ricoprono il polo sud marziano.

Queste variazioni, spiega l'articolo, indicano l'esistenza di grandi sacche di acqua liquida al di sotto degli strati ghiacciati, così come già scoperto nel 2018.

Ma in questi anni più di uno studio aveva provato a contestare i risultati presentati dai ricercatori italiani. «Il nuovo studio, con un metodo completamente differente, arriva oggi alle stesse conclusioni – ha aggiunto Flamini – sconfessando così studi approssimativi fatti da altri che contestavano il nostro lavoro».

SDA