C'è qualcuno?

Potrebbero esserci tracce aliene più vicine a noi di quanto si pensi

Di Dirk Jacquemien

19.11.2022

E.T. ha lasciato tracce sulla luna?
E.T. ha lasciato tracce sulla luna?
Getty Images

Gli extraterrestri potrebbero rivelarsi attraverso i loro rifiuti? Un gruppo di ricercatori sta cercando di dimostrare la presenza di alieni nel nostro sistema solare.

Di Dirk Jacquemien

19.11.2022

L'ipotesi che gli extraterrestri si aggirino nel nostro sistema solare appartiene di solito al dominio della pseudoscienza o della teoria della cospirazione.

Se mai, si cercano segnali radio extraterrestri in sistemi stellari lontani o, tramite moderni telescopi spaziali come il James Webb, si esamina la composizione dell'atmosfera degli esopianeti alla ricerca di firme biologiche.

Erich von Däniken non è coinvolto

Tuttavia, un gruppo di scienziati seri, in occasione di un simposio presso la Penn State University in Pennsylvania, negli Stati Uniti, ha studiato il modo in cui potremmo cercare gli alieni nelle nostre immediate vicinanze. Il punto non è trovare gli omini verdi in sé, ma scovare i manufatti che potrebbero aver lasciato dietro di loro.

I partecipanti al First Penn State SETI Symposium nel loro documento descrivono da un lato quali segni alieni potrebbero teoricamente esserci nel nostro sistema solare, dall'altro come la tecnologia attuale potrebbe rilevarli.

Anche gli alieni lasciano rifiuti

Sulle superfici di pianeti e lune ci sono già residui di veicoli spaziali. L'umanità ha depositato un bel po' di detriti su Marte e sulla Luna: sonde precipitate, rover lunari abbandonati dagli astronauti della Nasa e basi dei veicoli di allunaggio.

Ma potrebbero anche esserci ancora dei resti lasciati da visitatori extraterrestri del lontano passato, soprattutto perché a causa della debole o inesistente attività geologica su Marte e sulla Luna le tracce non verrebbero cancellate così rapidamente come sulla Terra. I segni sarebbero visibili su immagini ad alta risoluzione delle superfici.

Ma finora solo la Luna è stata fotografata in modo davvero dettagliato ed esteso. I ricercatori spiegano che dal 2009 la sonda Lunar Reconnaissance Orbiter ha scattato più di 2 milioni di immagini con una risoluzione inferiore a un metro per pixel. Tuttavia, la maggior parte di queste fotografie non è mai stata guardata. L'analisi automatizzata da parte dell'intelligenza artificiale potrebbe aiutare nella ricerca di segni alieni.

Fortuna?

Tracce di attività minerarie potrebbero essere un altro possibile segno della presenza di alieni. Gli extraterrestri magari si sono serviti degli asteroidi del nostro sistema solare. Una sonda autoreplicante, idea di punta per i viaggi interstellari, potrebbe procurarsi le materie prime in questo modo.

Le immagini della superficie degli asteroidi fornirebbero indizi sulle attività minerarie del passato. Anche i prodotti di scarto dell'attività estrattiva, come sostanze chimiche o addirittura scorie nucleari, potrebbero essere rimasti sugli asteroidi e sarebbero rilevabili.

La ricerca è possibile senza costi aggiuntivi

I ricercatori menzionano altri possibili segni alieni, come quelli di motori a fusione o laser o sonde interstellari nell'orbita attorno ai punti di Lagrange.

Gli autori non suggeriscono che le preziose risorse scientifiche debbano essere utilizzate per cercare E.T.. Secondo loro è possibile integrare la ricerca di tracce extraterrestri nelle già esistenti missioni di esplorazione del sistema solare, con costi aggiuntivi minimi o nulli.