Aviazione

SEV-GATA critica Swiss: «Basta misure di risparmio»

hm, ats

9.6.2022 - 19:00

Il personale di terra è sotto pressione.
Keystone

Swiss ha rimborsato il prestito Covid? Il personale di terra ne prende atto con «soddisfazione contenuta», afferma SEV-GATA, il sindacato del comparto, che accusa la compagnia aerea di continuare ad attuare misure di riduzione dei costi ormai obsolete.

hm, ats

9.6.2022 - 19:00

Mentre i sindacati e i politici si sono impegnati, durante la crisi del coronavirus, a sostenere Swiss con garanzie miliardarie, l'estate scorsa la società ha proceduto a una frettolosa ristrutturazione con un licenziamento di massa, afferma l'associazione in un comunicato di giovedì. Questo attualmente sta portando alla cancellazione di decine di voli a causa della penuria di personale.

Ancora più incomprensibile, agli occhi di SEV-GATA, è il fatto che Swiss voglia imporre al personale di terra un contratto collettivo di crisi.

«Visto l'attuale successo economico, il rimborso anticipato degli aiuti federali e le eccellenti prospettive future la rinuncia a qualsiasi peggioramento delle condizioni di lavoro sarebbe ora imperativa», afferma Philipp Hadorn, presidente dell'organizzazione, citato nella nota.

«Un abuso al sostegno dei contribuenti»

Per quanto riguarda il sostegno della Confederazione, l'ex consigliere nazionale socialista solettese (2011-2019) è molto critico.

«Dichiarare esauriti gli aiuti statali e allo stesso tempo non assumersi la responsabilità sociale è un abuso del sostegno fornito dai contribuenti».

Secondo SEV-GATA Swiss è alla disperata ricerca di personale, ma la scarsa soddisfazione dei dipendenti, unita all'erosione della fiducia nella dirigenza e all'entrata in vigore del contratto collettivo di crisi, rende ovviamente difficile il reclutamento.

«Solo la dimostrazione di un trattamento equo del personale può rendere meno tesa la situazione», afferma Hadorn.

hm, ats