«Uno spettacolo fantastico»

Una spiaggia finlandese ricoperta di uova di ghiaccio

tsha

19.11.2019

Un fotografo amatoriale ha scoperto centinaia di uova di ghiaccio in Finlandia. Esistono diverse spiegazioni per questo raro fenomeno.

«È stato uno spettacolo fantastico. Sono 25 anni che vivo qui e non avevo mai visto nulla di simile». Il fotografo amatoriale Risto Mattila ha faticato a credere ai propri occhi quando ha scoperto per caso, qualche giorno fa, un incredibile panorama pronto ad essere immortalato su una spiaggia in Finlandia: centinaia di uova di ghiaccio che sembrano essere state trasportate dal mare sulla terraferma. 

Intervistato dalla BBC, l'uomo originario della città di Oulu, situata nei pressi della spiaggia, ha spiegato che quelle di dimensioni più piccole erano grandi come l'uovo di una gallina, mentre quelle più grandi arrivavano al diametro di un pallone da calcio.

Secondo George Goodfellow, meteorologo della BBC, le uova potrebbero essere frutto della rottura di una grande superficie di ghiaccio. Il vento e le onde le avrebbero poi levigate fino a renderle di forma ovale. «Si sviluppano nel momento in cui l'acqua di mare gela in superficie, il che le rende anche più lisce. Ne risultano palle di ghiaccio che finiscono per depositarsi sulle spiagge, o perché trascinate dalle onde o perché rimaste sulla battigia quando la marea scende», spiega l'esperto.

Jouni Vainio, dell'Istituto meteorologico finlandese, propone tuttavia un'altra spiegazione. Intervistato dallo «Spiegel Online», l'esperto ha affermato che queste uova si produrrebbero nel momendo in cui, attorno ad un sasso o ad un frammento di legno portati dal mare, si forma un sottile strato di ghiaccio. In seguito tale strato cresce durante il trasporto sulle onde. Così, nuove patine ghiacciano e l'uovo diventa via via più grande. 

La condizione necessaria affinché tale fenomeno possa manifestarsi è una temperatura prossima al punto di congelamento, ha precisato Vainio. Il fotografo Risto Mattila ha dichiarato alla BBC che in effetti mentre scattava le immagini la temperatura era di -1 °C.

Anche se si tratta di qualcosa di raro, la presenza di uova di ghiaccio è già stata osservata in passato, in particolare sulle sponde del lago Michigan e in Russia. Nel 2016, degli abitanti della città siberiana di Nyda sono arrivati a scoprire, su una distanza di ben 18 chilometri, palle di ghiaccio che arrivavano a misurare un metro di diametro.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page