Forse 1.000 vittime Violenze sessuali in una setta di yoga, guru in manette in Francia 

ATS

2.12.2023 - 17:22

Il guru di un movimento internazionale di yoga è stato incriminato venerdì sera a Parigi, in Francia, e incarcerato. A lui sarebbe riconducibile una vasta rete di persone dedite a proferire violenze sessuali su vittime «condizionate». Anche altri membri della setta sono finiti sotto indagine.

Gregorian Bivolaru, qui in una foto d'archivio, più volte perseguito nel suo Paese, è fuggito e ha ottenuto asilo politico in Svezia all'inizio del 2006, oltre a un nuovo nome. Condannato in contumacia in Romania nel 2013, è scomparso più volte prima di essere ritrovato martedì in Francia.
Gregorian Bivolaru, qui in una foto d'archivio, più volte perseguito nel suo Paese, è fuggito e ha ottenuto asilo politico in Svezia all'inizio del 2006, oltre a un nuovo nome. Condannato in contumacia in Romania nel 2013, è scomparso più volte prima di essere ritrovato martedì in Francia.
ATS

ATS

2.12.2023 - 17:22

Oltre al guru Gregorian Bivolaru, 71 anni, di nazionalità rumena e svedese, altre quattordici persone sono state o saranno portate davanti a un giudice istruttore per essere incriminate in questo vasto caso, che martedì ha richiesto l'intervento di 175 agenti di polizia per eseguire una quarantina di arresti.

Gregorian Bivolaru, molto noto in Romania e fondatore nel 1970 della prima scuola di yoga nell'allora Paese comunista, è la figura fondante del Movimento per l'Integrazione Spirituale verso l'Assoluto (MISA).

Questo gruppo, ribattezzato Atman quando si è espanso al di fuori della Romania, si presenta come focalizzato sulla pratica dello yoga tantrico.

Il 71enne è stato arrestato martedì a casa sua, dove si trovava con due giovani donne rumene e un altro uomo. Durante la detenzione da parte della polizia, ha negato il suo ruolo di leader, ma ha affermato di essere «dotato di doni straordinari» e di essere «vittima di un complotto politico», ha raccontato una fonte della polizia all'AFP.

«Condizionate ad accettare rapporti sessuali»

Si è descritto come «un maestro spirituale». Dopo una fase nota come «consacrazione», le donne lo «amavano» a casa sua, secondo la fonte della polizia che ha riportato le sue affermazioni.

Secondo una fonte giudiziaria, le vittime venivano «condizionate ad accettare rapporti sessuali utilizzando tecniche di manipolazione mentale volte a rimuovere qualsiasi nozione di consenso». Secondo una fonte vicina alle indagini, il movimento avrebbe anche incoraggiato le donne a «impegnarsi in pratiche pornografiche a pagamento in Francia e all'estero».

Diverse «coordinatrici», più di 50 potenziali vittime

Tra i sospetti c'erano anche delle donne. Una di loro, «che si comportava come una leader» secondo la fonte della polizia, è stata arrestata in un «padiglione femminile» a Villiers-sur-Marne, a sud di Parigi. Mentre era in custodia della polizia, ha fatto il nome di altre sei «coordinatrici» di «ashram» nella regione di Parigi.

Sei delle venti donne che vivevano nel padiglione hanno detto agli investigatori di essere arrivate in Francia tra settembre e novembre per «un corso di yoga» o «un corso sul femminismo».

Due hanno detto di essere state fotografate nude al loro arrivo. Non hanno ancora sporto denuncia. Al momento gli investigatori hanno identificato 56 donne come potenziali vittime.

Il guru in Svezia con un nuovo nome

Una donna che si è identificata come vittima ha dichiarato all'AFP, a condizione di rimanere nell'anonimato, di essere stata «ripetutamente» vittima di tratta sessuale «dal Regno Unito a Parigi». «

Molte persone considerano questa organizzazione come una scuola di yoga [...] senza sapere che si tratta di una setta pericolosa», ha sottolineato la donna, stimando il numero di vittime in «migliaia di donne».

Il suo fondatore, più volte perseguito nel suo Paese e condannato a sei anni di reclusione, è fuggito in Svezia all'inizio del 2006 e ha ottenuto l'asilo politico, con un nuovo nome: Magnus Aurolsson.

ATS