Proteste in Texas e in Maryland contro i lockdown

ATS

18.4.2020 - 17:42

Mercoledì le proteste anti-lockdown si erano tenute nel Michigan.
Source: KEYSTONE/AP/Matthew Dae Smith

Si allarga il movimento di protesta, ispirato da esponenti di destra e assecondato da Donald Trump, contro i lockdown imposti da vari Stati contro il coronavirus.

Una manifestazione è prevista per oggi anche in Texas, davanti al Parlamento della capitale Austin, nonostante il governatore repubblicano Greg Abbott sia stato il primo ad annunciare ieri l'allentamento delle restrizioni.

Il raduno, all'insegna dello slogan «You Can't Close America», è una sfida aperta agli ordini in vigore e le autorità hanno ammonito a rispettare il distanziamento sociale, minacciando altrimenti di intervenire.

Una protesta analoga è prevista per oggi ad Annapolis, capitale del Maryland: anche qui il governatore, Larry Hogan, è repubblicano ma non ha alcuna intenzione di riaprire presto.

Difettosi i kit americani per individuare il coronavirus

Intanto, è emerso che i primi kit americani per individuare il coronavirus erano difettosi per un problema di contaminazione legato alla violazione degli standard di produzione da parte dei centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) nel laboratorio centrale di Atlanta. Lo rivela il Washington Post citando fonti scientifiche e governative.

Dopo la scoperta, i Cdc, massima agenzia sanitaria del Paese, impiegarono oltre un mese per risolvere il problema causando un ritardo nella capacità di effettuare i test.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS