Turchia Attentato a Instanbul, «Confessa l'attentatrice, istruita dal PKK»

SDA

14.11.2022 - 08:40

Una persona è stata arrestata per l'attentato avvenuto ieri in una affollata strada del centro di Istanbul.

SDA

14.11.2022 - 08:40

Il bilancio è di sei morti e 81 feriti, cinque dei quali sono ricoverati in terapia intensiva. La vita di due di loro è in pericolo. Altre 39 persone sono già state dimesse dagli ospedali.

Non risultano stranieri tra le vittime. L'arresto è stato annunciato nella notte dal ministro dell'Interno, che ha anche puntato il dito contro il Pkk, il partito del Kurdistan, affermando che l'ordine per l'attentato terroristico mortale sarebbe arrivato da Kobane, nel nord della Siria, «dove il Pkk-Ypg ha il suo quartier generale siriano».

L'Ypg, giova ricordare, è una formazione armata curdo siriana che negli scorsi anni è stata sostenuta dagli Stati Uniti e altri Paesi occidentali in funzione anti Isis.

L'attentatrice confessa

Ahlam Albashir, la donna di nazionalità siriana arrestata perché ritenuta responsabile dell'attentato, ha confessato durante l'interrogatorio di essere stata addestrata dal partito curdo armato Pkk e dalle milizie curde siriane dello Ypg. Lo rende noto Anadolu.

La dinamica dell'attentato non è ancora chiara e al momento non vi è alcuna rivendicazione. È il primo attentato in Turchia dal 2016, l'anno del tentato colpo di Stato anti Erdogan.

E proprio il presidente turco è intanto arrivato sull'isola indonesiana di Bali, riportano i giornalisti dell'Afp, dove si tiene il G20. Il leader che dovrebbe partecipare al vertice che riunisce le maggiori economie mondiali ha denunciato un «vile attacco» che le autorità turche, come detto, hanno attribuito al Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk).

La Turchia rifiuta le condoglianze degli USA

«Le mie più sentite condoglianze alla Turchia e al popolo turco dopo il brutale attentato di ieri a Istanbul. Il mio pensiero va alle famiglie delle vittime», ha scritto su Twitter dal canto suo la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, a Bali per il G20.

La Turchia ‹respinge› le condoglianze degli Stati Uniti per le vittime dell'attentato di Istanbul. Lo fa sapere il ministero dell'Interno turco, per il quale gli USA «sostengono i terroristi», in riferimento ai curdi in Siria che secondo Ankara sono dietro la strage.

SDA