Biden: «Preoccupati per diritti in Xinjiang-Tibet-Hong Kong»

SDA

16.11.2021 - 07:14

Incontro virtuale fra il presidente americano Joe Biden e il leader cinese Xi Jinping.
Keystone

Il presidente statunitense Joe Biden parlando con il leader cinese Xi Jinping ha espresso preoccupazione per la situazione dei diritti umani nello Xinjiang, a Hong Kong e in Tibet. Lo riporta la Casa Bianca.

SDA

16.11.2021 - 07:14

Biden ha anche sottolineato la necessità di proteggere i lavoratori e le imprese americane da pratiche economiche e commerciali ingiuste ed inique.

Il presidente cinese Xi Jinping dal canto suo «spera» che l'omologo statunitense Joe Biden «dia il pieno gioco alla sua leadership politica e spinga la politica degli Stati Uniti nei confronti della Cina a tornare su un binario razionale e pragmatico».

Xi, nel resoconto del summit virtuale diffuso dall'agenzia ufficiale Xinhua, ha rimarcato che, «riassumendo l'esperienza e le lezioni nello sviluppo delle relazioni sino-americane», i due Paesi «dovrebbero aderire a tre principi per andare d'accordo nella nuova era»: il rispetto reciproco, la pacifica convivenza e la cooperazione vantaggiosa per entrambe le parti.

Sulla situazione nello Stretto di Taiwan pesa una nuova ondata di tensione perché le autorità dell'isola hanno ripetutamente cercato di «confidare negli Stati Uniti per l'indipendenza» e alcune persone negli Stati Uniti intendono «usare Taiwan per controllare la Cina».

Questa tendenza, ha riferito Xi Jinping al suo omologo Joe Biden durante il loro summit virtuale, «è molto pericolosa: è giocare col fuoco e ci si brucia. Siamo pazienti sulla riunificazione – ha aggiunto Xi nel resoconto dell'agenzia Xinhua -, ma se le forze separatiste dovessero sfondare la linea rossa, dovremo adottare misure decisive».

SDA