Politica Sei mesi di custodia cautelare per i tre presunti leader del fallito colpo di Stato in Bolivia

SDA

29.6.2024 - 09:01

Prendono forma le prime conseguenze del tentato golpe in Bolivia.
Prendono forma le prime conseguenze del tentato golpe in Bolivia.
Keystone

I tre presunti leader del fallito colpo di Stato in Bolivia, tra cui il capo dell'esercito Juan José Zúniga, sono stati messi in custodia cautelare per sei mesi: lo ha annunciato ieri il Procuratore Cesar Siles.

29.6.2024 - 09:01

I tre ufficiali sospettati di voler rovesciare il presidente Luis Arce saranno detenuti in un carcere di massima sicurezza durante le indagini.

Il generale Juan José Zuniga, ex capo dell'Esercito, il vice ammiraglio Juan Arnez, ex capo della Marina, e Alejandro Irahola, ex capo della brigata meccanizzata dell'Esercito, saranno trasferiti in un carcere di massima sicurezza situato alla periferia di El Alto, vicino a La Paz.

«Questa custodia cautelare ordinata dal giudice creerà senza dubbio un precedente e costituisce un buon segnale affinché le indagini possano proseguire», ha affermato il Procuratore.

I tre ufficiali sospettati di aver tentato mercoledì di rovesciare il presidente Luis Arce sono accusati di rivolta armata e terrorismo e rischiano condanne fino a 20 anni di carcere, ha detto il magistrato alla Tv di Stato. Un totale di 21 soldati attivi, in pensione e civili sono stati arrestati in relazione al tentativo di colpo di Stato, in cui le truppe dotate di carri armati hanno assediato il palazzo presidenziale per diverse ore prima di ritirarsi.

Zuniga ha affermato di aver agito su ordine dello stesso presidente, che gli chiedeva di «organizzare qualcosa per aumentare la sua popolarità». Ma Arce ha negato con forza la versione del generale golpista: «Come è possibile che qualcuno abbia ordinato o pianificato un auto-colpo di Stato?... Ha agito da solo», ha detto.

SDA