Omicron spaventa

Il Belgio chiude cinema e teatri dal 26 dicembre

SDA

22.12.2021 - 19:15

Il primo ministro Alexander De Croo ha deciso di reagire all'aumento dei casi di Omicron
Il primo ministro Alexander De Croo ha deciso di reagire all'aumento dei casi di Omicron
Keystone

Omicron spaventa e il Belgio prende nuove misure preventive per contrastare la diffusione del Covid. A partire dal 26 dicembre Bruxelles vieterà eventi di massa, come mercatini e villaggi invernali, spettacoli e congressi al chiuso, con restrizioni all'aperto.

SDA

22.12.2021 - 19:15

Teatri a cinema saranno chiusi. I negozi resteranno aperti, ma con massimo due visitatori per volta con garanzia di mantenimento della distanza di sicurezza. Gli eventi sportivi si svolgeranno a porte chiuse.

Resteranno aperti i luoghi di culto, librerie, biblioteche, ludoteche e mediateche, musei e piscine, sale per matrimoni e funerali, ippodromi, centri benessere e centri fitness. Nulla cambia per le scuole, che riprenderanno il 10 gennaio con una settimana di ritardo rispetto al calendario, come già previsto. Per il settore della ristorazione restano in vigore le disposizioni emanate il 3 dicembre scorso, cioè l'obbligo di chiusura alle 23 anche durante le feste di Natale e fine anno.

Le nuove misure, ha detto il primo ministro Alexander de Croo, sono state decise perché «nonostante i contagi siano in lieve ribasso da diverse settimane», a preoccupare è «la variante omicron». Secondo le autorità nazionali «al 20 dicembre il 20% dei nuovi contagi era dovuto a questa variante – ha aggiunto De Croo – e questa proporzione raddoppia ogni tre giorni. La variante omicron può essere dominante prima della fine dell'anno».

SDA