Parigi potrebbe appoggiare l'ingresso della Croazia nella zona Schengen

fc

25.11.2021 - 17:31

Al termine del loro incontro il presidente francese Emmanuel Macron (al centro) e il premier croato Andrej Plenković (a sinistra) hanno fatto una passeggiata per il centro storico di Zagabria.
Keystone

Il presidente francese Emmanuel Macron, in visita oggi a Zagabria, ha lasciato intendere che Parigi potrebbe appoggiare l'ingresso della Croazia nella zona Schengen.

fc

25.11.2021 - 17:31

«La Francia e la Croazia continueranno a cooperare nel settore della sicurezza e delle migrazioni, e poi c'è anche Schengen», ha detto Macron dopo l'incontro con il presidente croato Zoran Milanović. Entrambi portavano sulla giacca un fiocchetto arancione simbolo della Giornata internazionale della violenza contro le donne.

«La Croazia è pronta per entrare nella zona Schengen e ha dimostrato di avere una solida organizzazione della protezione dei propri confini e dei confini esterni dell'Unione europea», ha sostenuto il presidente francese.

«L'ingresso della Croazia rafforzerà lo stesso sistema di Schengen», ha aggiunto Macron, ribadendo al tempo stesso l'impegno della Francia verso una concreta riforma di Schengen, per la quale si adopererà durante il semestre di presidenza europea, e per la quale ha ottenuto oggi l'appoggio della Croazia.

La Croazia aspira ad aderire alla zona di libera circolazione delle persone sin dall'adesione all'Unione europea nel 2013, e da alcuni anni ha soddisfatto i criteri tecnici, e ora aspetta anche il via libera politico, non solo di Bruxelles, ma anche dei singoli paesi dell'Ue.

Alcuni Stati non sono inclini all'allargamento di Schengen

Ma alcuni Stati non sono inclini all'allargamento di Schengen a paesi che sono ancora fuori, come Romania e la Bulgaria, e che si trovano sulla rotta migratoria balcanica, come la Croazia.

Zagabria spera che la parte formale potrebbe concludersi a dicembre, e quella politica nella prima metà del 2022, durante il semestre di presidenza di turno francese del Consiglio dell'Unione europea.

In seguito Macron ha incontrato il premier Andrej Plenković. I due hanno firmato un accordo di rinnovo e allargamento del partenariato strategico, per poi formalizzare l'acquisto, per un miliardo di euro, di dodici aerei caccia multiruolo usati F3R Rafale per rinnovare l'unica squadriglia dell'aeronautica militare croata.

Al termine dell'incontro Macron e Plenković hanno fatto una passeggiata per il centro storico di Zagabria durante la quale due Rafale dell'aeronautica francese hanno sorvolato più volte la capitale croata.

La visita di Macron, la prima di un presidente francese in Croazia, si è concluso con un pranzo di gala al quale hanno preso parte i massimi rappresentanti del mondo della politica, cultura, sport e società civile croata.

fc