America latina

Cuba: in ospedale oppositore in sciopero della fame

SDA

3.5.2021 - 07:50

Due auto della polizia parcheggiate davanti alla casa dell'artista e dissidente cubano Luis Manuel Otero Alcantara
Keystone

L'artista oppositore cubano Luis Manuel Otero Alcántara, in sciopero della fame per protesta da oltre una settimana, si è presentato oggi in un ospedale di L'Avana dove è stato sottoposto dai sanitari ad una serie di esami. Lo ha reso noto la tv statale.

SDA

3.5.2021 - 07:50

In un comunicato del ministero della Sanità, citato dall'emittente, si precisa che «il signor Otero Alcantara è stato ricoverato al pronto soccorso dell'Ospedale universitario Calixto Garcia, con diagnosi di astinenza volontaria dall'alimentazione».

Definito dai media statali come un «contro-rivoluzionario» ed accusato specificamente di mantenere legami con persone negli Usa che cercano di «destabilizzare» il socialismo nell'isola, Otero Alcántara, è leader del gruppo dissidente denominato «Movimento San Isidro».

I membri del suo gruppo hanno compiuto, a partire dallo scorso anno, varie manifestazioni e scioperi della fame chiedendo al governo cubano il rispetto dei diritti umani e una piena libertà di espressione.

L'artista, che ha 33 anni ed è stato ripetutamente arrestato negli ultimi mesi, ha cominciato lo sciopero della fame otto giorni fa a casa sua.

Un portavoce dell'ospedale in cui Otero Alcántara è ricoverato ha sostenuto che una visita medica non ha rilevato «segni di malnutrizione», aggiungendo che i suoi parametri clinici sono «normali».

Ma ieri, via Twitter, un altro dissidente e poeta, Amaury Pacheco, aveva assicurato che «Luis Manuel non riesce più a stare in piedi, ha la pelle e la bocca screpolate, non urina e non parla più. La sua gola è infiammata».

SDA