New York

Accusato di molestie sessuali, Cuomo verso l'impeachment

SDA

9.8.2021 - 20:19

Il governatore dello Stato di New York sembra sempre più con l'acqua alla gola.
Keystone

È stato un fine settimana frenetico quello di Andrew Cuomo, forse il più lungo della sua vita. I pochissimi sopravvissuti del suo ex cerchio magico hanno fatto di tutto per disinnescare i piani di impeachment del governatore, travolto dallo scandalo delle molestie sessuali.

SDA

9.8.2021 - 20:19

Telefonate, messaggini, e un viavai continuo nella residenza del governatore ad Albany. Forse anche qualche faccia a faccia con chi deve decidere tra le mura dello State Capitol, la sede dell'Assemblea dello Stato di New York.

Persa la reputazione, l'ultimo disperato tentativo di Cuomo per salvare la carriera politica sarebbe stato teso a strappare un accordo last minute col suo partito, promettendo di non ricandidarsi il prossimo anno se si abbandonerà la via dell'impeachment.

Ma il segnale del fallimento è probabilmente arrivato domenica sera, con le dimissioni improvvise della fedelissima Melissa DeRosa: più di un assistente, ma il suo braccio destro, la sua stratega, l'amica fidata rimasta forse l'unica con cui confidarsi e sfogare la propria rabbia e la propria frustrazione. Ma Melissa è stata anche un po' complice e per questo è finita tra le carte delle indagini condotte per conto della procuratrice generale dello stato di New York Letitia James.

Fin dall'emergere delle prime accuse, infatti, avrebbe tentato di coprire, di insabbiare, di proteggere la reputazione del governatore, aiutandolo persino a intimidire e a vendicarsi di chi lo accusava.

Non solo: Melissa avrebbe avuto anche un ruolo di primo piano negli sforzi compiuti da Cuomo di nascondere i dati reali sui decessi per Covid-19 nelle case di riposo per anziani nello Stato di New York, episodio che è oggetto di indagine da parte sia delle autorità federali che di quelle statali. Insomma, l'impressione è che il passo indietro della donna sia il tentativo di non finire definitivamente travolta insieme al suo oramai ex capo.

Commissione riunita per decidere sull'impeachment

Intanto la commissione giustizia dell'Assemblea statale si è riunita e la decisione se mettere o meno ai voti la messa in stato di accusa del governatore sembra imminente. Se l'Assemblea voterà per l'impeachment di Cuomo, il verdetto spetterà ai 62 senatori e ai sette membri della Corte di appello di New York riuniti nella cosiddetta Alta Corte per l'impeachment.

Per arrivare alla condanna e alla rimozione del governatore serviranno i due terzi dei consensi. A quel punto Cuomo verrebbe rimpiazzato dalla sua vice Kathy Hochul.

Nel frattempo esce allo scoperto l'accusatrice che per prima ha sporto una denuncia penale nei confronti del governatore, quella che nelle carte viene chiamata 'Assistente numero 1' per proteggere la sua privacy. Ora ha un nome, Brittany Commisso, e in un'intervista alla Cbs ha ribadito le accuse di molestie, raccontando di apparire solo ora perchè prima temeva di perdere il lavoro.

Si è dimessa infine la leader di Time's Up, organizzazione nata sull'onda del movimento #Metoo a difesa delle vittime di molestie sessuali, fondata nel 2018 da diverse celebrità hollywoodiane dopo il caso Weinstein. Il passo indietro di Roberta Kaplan, avvocatessa, è legato all'incarico di consulenza assunto con l'ufficio del governatore Cuomo quando già nei suoi confronti erano emerse le prime accuse.

SDA