È ancora giallo sulle cause della caduta del Boeing 737

ATS / sam

8.1.2020 - 21:53

I resti del Boeing 737-800 della Ukraine International Airlines.
Keystone

Le agenzie di intelligence occidentali scartano per ora l'ipotesi che il Boeing 777 ucraino caduto poco dopo il decollo da Teheran con 176 persone a bordo sia stato colpito da un missile.

 Lo rivela una fonte d'intelligence canadese, citata da Ynet, il sito del giornale israeliano Yedioth Ahronot. L'ipotesi condivisa, spiega la fonte, è quella di un'avaria tecnica.

Kiev non esclude l'ipotesi del missile

Dal canto suo, invece, l'Ucraina non esclude alcuna pista fra le cause possibili del disastro aereo, quindi neanche quella che ad abbattere il velivolo sia stato un missile. Lo si legge su alcuni media internazionali.

In una conferenza stampa a Kiev, il primo ministro ucraino, Oleksiy Honcharuk - citato dal Daily Telegraph -, rispondendo a una domanda ha detto di rifiutare di escludere l'ipotesi del missile, precisando però di non voler fare speculazioni finché l'inchiesta sulle cause dell'incidente al Boeing 737-800 della Ukraine International Airlines non sarà conclusa.

Inizialmente, l'ambasciata ucraina in Iran ha dichiarato che che a causare lo schianto sarebbe stato un guasto a un motore, escludendo l'ipotesi terrorismo e anche quella del missile. In seguito però Kiev ha ritirato questa dichiarazione, dicendo di non voler escludere alcuna pista e il presidente, Volodimyr Zelensky, ha ordinato un'inchiesta.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page