Eliseo 2022

Nel tardo pomeriggio ha votato 65% degli elettori

SDA

10.4.2022 - 18:10

In Guadalupa e in Martinica è in testa il candidato della France Insoumise Jean-Luc Mélenchon (nella foto mentre vota a Marsiglia).
Keystone

La partecipazione al primo turno delle presidenziali in Francia alle ore 17:00 è stata del 65%, in calo di 4,4 punti rispetto alle elezioni del 2017: è quanto emerge dai dati diffusi dal ministero dell'interno.

SDA

10.4.2022 - 18:10

Il tasso di partecipazione alle ore 17.00 è invece più elevato di 6,5 punti rispetto al 2002 (58,45%). Gli istituti di sondaggio stimano un tasso di astensione fra il 24% e il 26,5%, il più alto dopo il record del 2002, quando toccò quota 28,4%.

I cinque dipartimenti che hanno votato di più sono Dordogna (75,26%), Aveyron (73,93%), Gers (73,71%), Haute-Loire (73,53%) e Pyrénées-Atlantiques (72,78%). I cinque dipartimenti che si sono mobilitati di meno sono invece Haute-Corse (51,23%), Seine-Saint-Denis (51,71%), Parigi (52,17%), Essonne (56,19%) e Corse-du-Sud (58,48%).

Intanto i seggi sono già chiusi nei dipartimenti d'oltremare di Guadalupa, Martinica e Saint-Barthélemy, dove l'affluenza si è fermata rispettivamente al 42,67%, al 44,76% e al 51,34%, secondo quanto riferiscono i media belgi.

In Guadalupa il candidato della France Insoumise (sinistra radicale), Jean-Luc Mélenchon, ha superato il 56% dei voti. Dietro di lui, la candidata di estrema destra Marine Le Pen con il 17,92%, terzo il presidente Emmanuel Macron con il 13,43% dei voti. Anche in Martinica Mélenchon arriva al 56,16%.

A Saint-Barthélemy, altra isola delle Antille francesi, in testa si posiziona invece Macron con il 23,8% dei voti, incalzato da Le Pen (22,4 %), terzo il polemista di estrema destra Eric Zemmour con il 17,7%.

SDA