Guerra Erdogan è pronto a mediare per i colloqui diretti tra Mosca e Kiev

SDA

4.9.2023 - 16:20

Da sinistra, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e quello russo Vladmir Putin Sochi
Da sinistra, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e quello russo Vladmir Putin Sochi
Keystone

La Turchia è pronta a fare la sua parte affinché Russia e Ucraina abbiano negoziati diretti. Lo ha detto il presidente turco Recep Tayyip Erdogan durante una conferenza stampa congiunta con l'omologo russo Vladimir Putin a Soci, in Russia, riporta Anadolu.

4.9.2023 - 16:20

Dal canto suo, la Russia «è pronta a tornare all'accordo sul grano» ma solo quando le controparti applicheranno i punti che prevedono la rimozione degli ostacoli alle esportazioni di cereali e fertilizzanti russi. Lo ha ribadito il presidente Putin nella conferenza stampa congiunta con Erdogan dopo il loro incontro a Sochi.

Anche Erdogan ha confermato le intenzioni del Cremlino. «La Russia è pronta per il rilancio dell'iniziativa (sull'esportazione di grano) del mar Nero. Abbiamo preparato alcune proposte assieme all'Onu. Credo che con questo processo si potranno ottenere risultati positivi e in tempi brevi», ha precisato Erdogan.

Le alternative proposte rispetto all'accordo sul grano non sono «sostenibili, sicure e permanenti» quanto l'iniziativa del Mar Nero, ha aggiunto il presidente turco, come riporta Anadolu.

Dal canto suo, Putin ha pure dichiarato che la controffensiva ucraina «è un fallimento». Il presidente russo ha ricordato che bozze di accordo tra Mosca e Kiev erano state raggiunte lo scorso anno con la mediazione della Turchia, ma poi il governo ucraino «le ha gettate nella spazzatura». Ora ci sono iniziative di cui si parla, ha aggiunto Putin, ma non sono state discusse con Mosca, e quindi «non percepiamo nulla di nuovo», ha affermato.

SDA