ONU

Guterres denuncia i livelli altissimi di fame nel mondo

SDA

18.5.2022 - 21:46

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres. (foto d'archivio)
Keystone

«Mosca deve consentire l'esportazione sicura del grano immagazzinato nei porti ucraini. Il cibo e i fertilizzanti russi devono avere pieno e illimitato accesso ai mercati mondiali». Lo ha detto il segretario generale Onu Antonio Guterres.

SDA

18.5.2022 - 21:46

Intervenendo alla ministeriale sulla crisi alimentare organizzata dagli Usa al Palazzo di Vetro, Guerres ha affermato: «Sono stato in stretto contatto su questo tema con Russia, Ucraina, Turchia, Usa, Ue e altri paesi chiave. Sono fiducioso, ma c'è ancora molta strada da fare. Le complesse implicazioni di sicurezza e finanziarie richiedono buona volontà da tutte le parti».

«Siamo chiari, non esiste una soluzione efficace alla crisi alimentare senza reintegrare la produzione ucraina, così come il cibo e i fertilizzanti prodotti da Russia e Bielorussia, nei mercati mondiali, nonostante la guerra», ha sottolineato ancora il segretario generale dell'Onu.

«Fame nel mondo a un nuovo massimo»

«I livelli di fame nel mondo hanno raggiunto un nuovo massimo. In soli due anni, il numero di persone con insicurezza alimentare grave sono raddoppiate, dai 135 milioni pre-pandemia ai 276 milioni di oggi. Più di mezzo milione di vive in condizioni di carestia, un aumento di oltre il 500% dal 2016», ha aggiunto Guterres.

«La guerra in Ucraina sta amplificando e accelerando gli altri fattori: cambiamento climatico, Covid e disuguaglianza – ha continuato – minacciano di portare decine di milioni di persone oltre il limite dell'insicurezza alimentare, seguita da malnutrizione, fame di massa e carestia, in una crisi che potrebbe durare per anni».

SDA