May ad assise Tory, no a Corbyn, sì a libero mercato

ATS

4.10.2017 - 17:56

LONDRA

Il libero mercato va difeso "con tutte le nostre forze", afferma la premier inglese Theresa May alla conferenza dei Tory a Manchester. La leader conservatrice ricorda il ruolo di un capitalismo "regolato" nella caduta del comunismo e nella "diffusione della libertà".

May sottolinea inoltre che esso resta il più grande motore del progresso umano. La premier attacca il leader laburista Jeremy Corbyn bollandolo come un "uomo del passato" e che semina divisioni. "No a Corbyn", tuona, provando a riscaldare la platea e sollecitando il Partito Conservatore a restare unito contro la sfida del Labour.

Nel suo affondo contro Corbyn, la premier conservatrice lo accusa di non aver fatto nulla contro "l'antisemitismo, la misoginia e l'odio che circolano liberamente nel suo partito", riferendosi alle recenti polemiche nel Labour. May affermando inoltre che il razzismo non può avere alcuno spazio nella politica e nella società britannica, sottolineando che lei e il suo partito lottano proprio per questo.

Tornare alla home page

ATS