Russia

Russia: ritrovato l'ex capo ospedale dove fu ricoverato Navalny

SDA

11.5.2021 - 07:59

È stato ritrovato dopo tre giorni di ricerche Aleksandr Murakhovsky, il medico che era a capo dell'Ospedale numero 1 delle Emergenze di Omsk quando, lo scorso agosto, il principale oppositore di Putin, Alexiei Navalny, fu ricoverato lì in seguito a un presunto avvelenamento. Lo riporta il Moscow Times.

Aleksandr Murakhovsky (foto), il direttore sanitario dell'ospedale russo dove fu inizialmente curato Aleksey Navalny e che ha ripetutamente negato che l'oppositore sia stato avvelenato, è stato nominato assessore alla Salute della regione di Omsk.
Aleksandr Murakhovsky / archivio
KEYSTONE/AP/EVGENIY SOFIYCHUK

SDA

11.5.2021 - 07:59

Murakhovsky aveva negato che Navalny fosse stato avvelenato e aveva legato il grave malore del dissidente a un «disturbo metabolico». Successivamente, lo scorso autunno, era stato nominato assessore alla Salute della regione di Omsk.

Secondo la polizia, non si avevano notizie di Murakhovsky da venerdì, cioè da quando il medico aveva lasciato una base per la caccia in una foresta vicino al paesino di Pospelovo, a bordo di un mezzo fuoristrada Atv secondo l'agenzia Interfax.

Stando all'ufficio stampa della Regione, ripreso dalla testata Rbk, Murakhovsky è stato ritrovato quando è uscito dalla foresta nei pressi del villaggio di Basliy. Le autorità riportano che è stato portato in ospedale per accertamenti.

Dall'ospedale di Omsk, Navalny fu portato in aeroambulanza nella clinica Charité di Berlino. Si sospetta che il dissidente sia stato avvelenato con il Novichok, una neurotossina che si ritiene sia stata sviluppata in Unione Sovietica ai tempi della Guerra Fredda.

Navalny, che accusa i servizi segreti russi di averlo avvelenato, è stato arrestato a gennaio non appena è tornato in Russia dalla Germania. Ora è in carcere per motivi che molti ritengono di matrice politica.

SDA