Battuta di caccia

Russia: scomparso l'ex primario dell'ospedale dove fu curato Navalny

SDA

10.5.2021 - 08:40

L'ex primario dell'ospedale siberiano dove l'oppositore russo Aleksey Navalny fu curato subito dopo il suo avvelenamento la scorsa estate è scomparso: secondo la Tass, Alexander Murakhovsky era impegnato in una battuta di caccia quando si sono perse le sue tracce.

Aleksandr Murakhovsky, ex direttore sanitario dell'ospedale russo dove fu inizialmente curato Aleksey Navalny e che ha ripetutamente negato che l'oppositore sia stato avvelenato.
Aleksandr Murakhovsky, ex direttore sanitario dell'ospedale russo dove fu inizialmente curato Aleksey Navalny e che ha ripetutamente negato che l'oppositore sia stato avvelenato.
KEYSTONE/AP/EVGENIY SOFIYCHUK

SDA

10.5.2021 - 08:40

Il medico è attualmente ministro della Sanità della regione di Omsk, posizione a cui fu promosso proprio per la sue gestione della vicenda Navalny presso l'ospedale.

Murakhovsky è stato visto per l'ultima volta su un fuoristrada mentre si allontanava da una base di cacciatori nella regione di Bolsheukovsky (Omsk), diretto verso la foresta. La polizia ha avviato le ricerche, ostacolate dal terreno impervio della zona, dove ci sono anche paludi. Il veicolo è stato trovato a circa 6 km dalla base.

Murakhovsky, all'epoca dell'avvelenamento di Navalny , parlò di «disordine metabolico» che avrebbe provocato «un improvviso calo degli zuccheri», come della più probabile diagnosi per quanto stava accadendo al politico di opposizione al Cremlino, ricorda la Cnn.

Nel febbraio scorso Sergey Maximishin, il vice direttore dello stesso ospedale, è morto per un infarto all'età di 55 anni. Fu lui a trattare direttamente Navalny, mettendolo in coma farmacologico.

SDA