Spagna: giudici, «la corrida non può avere diritti d'autore»

SDA

25.2.2021 - 14:52

Il Tribunale Supremo spagnolo ha stabilito che la lotta di un torero in una corrida non può essere registrata nel suo insieme come un'opera artistica protetta da diritti d'autore (foto d'archivio)
Keystone

Il Tribunale Supremo spagnolo ha stabilito che la lotta di un torero in una corrida non può essere registrata nel suo insieme come un'opera artistica protetta da diritti d'autore.

L'alta corte ratifica in questo modo sentenze già espresse in questo senso da tribunali di rango inferiore, che avevano respinto la richiesta di un torero di considerare una sua corrida come opera propria.

I giudici considerano che «non è possibile» stabilire con sufficiente «precisione e oggettività» quali aspetti di ciò che fa il torero nella corrida siano «una creazione artistica» originale. Ricordano, inoltre, che la sua istanza si riferiva non a mosse od oggetti utilizzabili in questo spettacolo tradizionale che si possano «inventare», ma a tutte le fasi della battaglia con il toro, fino alla morte dell'animale.

Il Tribunale Supremo, che cita per questa sentenza la giurisprudenza in merito della Corte di Giustizia dell'Unione Europea, non nega comunque che gli appassionati della corrida possano considerarla opera artistica, «come è riflesso nell'opera di poeti e pittori», tra cui «Picasso e Goya».

Tornare alla home page

SDA