Terrorismo Sri Lanka: un anno fa attentati Pasqua

ATS

21.4.2020 - 12:47

Il paese si è fermato per due minuti di silenzio, seguiti dal suono delle campane di tutti i luoghi di culto.
Il paese si è fermato per due minuti di silenzio, seguiti dal suono delle campane di tutti i luoghi di culto.
Source: Keystone/AP/ERANGA JAYAWARDENA

Il 21 aprile 2019 nove kamikaze si fecero esplodere in tre chiese dello Sri Lanka mentre si celebrava la Pasqua, entrando in azione anche in diversi alberghi. Almeno 270 i morti.

Ad un anno di distanza e nel rispetto delle misure d'emergenza per il coronavirus, il paese si ferma per due minuti di silenzio, seguiti dal suono delle campane di tutti i luoghi di culto. Tutti gli altri eventi previsti non si tengono, per evitare la diffusione del Covid-19.

Ad un anno di distanza ancora nulla si sa degli autori di quegli attacchi sanguinosi. Per il cardinale arcivescovo di Colombo, Albert Malcolm Ranjith, «si deve puntare a sapere la verità, scoprendo chi ha ideato gli attentati e chi ha dato i fondi necessari».

Tornare alla home page

ATS