Tpi: criminale ex Jugoslavia beve presunto veleno in aula

ATS

29.11.2017 - 13:32

Slobodan Praljak che beve da una bottiglietta al Tribunale dell'Aia.
SDA

I giudici del tribunale dell'Onu per i crimini di guerra nell'ex Jugoslavia hanno sospeso un'udienza dopo che uno degli imputati ha bevuto un liquido da una bottiglietta, sostenendo di avere assunto veleno.

Autore del gesto è Slobodan Praljak, un ex comandante delle forze croato-bosniache in Bosnia nella guerra del 1992-95. "Non sono un criminale di guerra", ha urlato prima di bere dalla bottiglietta, dopo che i giudici avevano confermato in appello la sentenza a suo carico di 20 anni di carcere.

Non si sa al momento se e quando riprenderà l'udienza. Un'ambulanza e altri servizi di emergenza sono accorsi davanti al tribunale dell'Aja. Non è ancora chiara la vera natura della sostanza ingerita da Praljak.

Tornare alla home page

ATS