Turchia

La procura turca chiede la chiusura del partito filo-curdo Hdp

SDA

17.3.2021 - 17:46

Un sostenitore del partito filo-curdo Hdp.
Keystone

La procura generale della Cassazione in Turchia ha presentato una richiesta alla Corte costituzionale di dissoluzione del filo-curdo Hdp, terzo partito nel Parlamento di Ankara, con l'accusa di «tentativo di distruzione dell'integrità indivisibile dello Stato».

SDA

17.3.2021 - 17:46

Lo riporta Anadolu. La richiesta di chiusura è stata presentata dal procuratore Bekir Sahin sostenendo che «i membri dell'Hdp tentano con le loro dichiarazioni e i loro atti di distruggere l'unità indivisibile tra lo Stato e la nazione». La Corte Costituzionale dovrà ora decidere se accettare l'atto d'accusa, fissando eventualmente una data per la discussione del caso.

La mossa della procura giunge dopo i numerosi appelli a bandire l'Hdp da parte del leader nazionalista Devlet Bahceli, principale alleato del presidente Recep Tayyip Erdogan, che a sua volta ha ripetutamente accusato il partito di essere il braccio politico dei «terroristi» del Pkk. L'Hdp ha sempre negato ogni accusa. La procedura è stata peraltro avviata nel giorno in cui il Parlamento di Ankara ha destituito un altro deputato del partito filo-curdo. Una ventina di altri parlamentari rischiano la stessa sorte.

Dal fallito golpe del 2016, centinaia tra deputati, sindaci e dirigenti dell'Hdp stati privati delle loro cariche e arrestati, compreso il leader carismatico ed ex candidato alla presidenza della Turchia, Selahattin Demirtas, detenuto in un carcere di massima sicurezza da quasi 4 anni e mezzo.

SDA