Guerra

Arrivato in Ucraina il leader polacco Duda, parlerà al Parlamento

SDA

22.5.2022 - 08:14

Il presidente polacco Andrzej Duda è arrivato in Ucraina
Keystone

È arrivato in Ucraina il presidente polacco Andrzej Duda, dove interverrà al Parlamento.

SDA

22.5.2022 - 08:14

Lo rende noto la presidenza della Polonia sul suo account Twitter, sottolineando che Duda sarà il primo capo di Stato straniero a tenere un discorso alla Verkhovna Radad dell'Ucraina dall'inizio dell'invasione da parte della Russia.

Nella notte le truppe russe hanno sparato missili contro infrastrutture civili di un villaggio nel distretto di Vilna nella regione di Zaporizhzhia (nel sud dell'Ucraina), causando delle vittime. Lo fa sapere l'amministrazione militare regionale di Zaporizhzhia su Telegram, secondo quanto riporta l'Ukrainska Pravda. Secondo le prime informazioni, ci sono cittadini feriti.

Intanto, nel nord dell'Ucraina, «nelle direzioni Volyn e Polissya le unità delle forze armate della Repubblica di Bielorussia hanno intensificato la ricognizione ed è stato notato il dispiegamento di ulteriori mezzi di ricognizione elettronica nelle aree di confine della regione di Gomel». Lo evidenzia lo Stato maggiore delle Forze armate di Kiev nell'ultimo aggiornamento precisando che «c'è una minaccia di attacchi missilistici e aerei sul territorio dell'Ucraina dal territorio della Repubblica di Bielorussia».

Trovati altri due civili uccisi dai russi

Altri due civili uccisi dai russi sono invece stati trovati nel distretto di Bucha, nella regione di Kiev. Lo riporta l'Ukrainska Pravda, citando la Polizia della regione di Kiev. Ieri gli investigatori della polizia della regione di Kiev «hanno riesumato i corpi di due residenti del villaggio di Buzova. I civili furono uccisi dagli occupanti durante i combattimenti nella regione di Bucha», spiega la Polizia su Facebook.

«Un'anziana – si spiega – è stata uccisa a fine febbraio durante i bombardamenti nel proprio cortile, e all'inizio di marzo, gli invasori hanno ucciso suo nipote 27enne. I parenti hanno seppellito i morti nel cimitero locale». La Polizia della regione di Kiev fa sapere di avere finora «già individuato ed esaminato 1290 corpi di cittadini morti durante i combattimenti nella regione».

Smentita l'apertura di una possibilità di scambio di prigionieri

Ieri i negoziatori russi hanno smentito di aver aperto alla possibilità di uno scambio di prigionieri tra i combattenti del battaglione Azov e l'oligarca filorusso Viktor Medvedchuk. Volodymyr Zelensky ha legato però la sorte dei militari-eroi agli stessi negoziati di pace. Ma Mosca vuole processare i prigionieri.

Dal canto suo il premier italiano Draghi ha chiamato il presidente ucraino e «assicurato il costante sostegno dell'Italia anche per approvare del sesto pacchetto di sanzioni alla Russia, sbloccare i porti e per l'ingresso di Kiev in Ue». Zelensky lo ha ringraziato.

Ieri Mosca ha anche pubblicato una lista di 963 cittadini Usa a cui viene vietato l'ingresso in Russia: tra loro anche il presidente Joe Biden, Mark Zuckerberg e l'attore Morgan Freeman.

SDA