Guerra in Ucraina

Il Giappone sanziona Lukashenko e la Banca centrale russa

mc

28.2.2022 - 14:44

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida
Il primo ministro giapponese Fumio Kishida (foto d'archivio).
KEYSTONE/AP/Sadayuki Goto

Il Giappone ha deciso di imporre delle sanzioni contro il presidente bielorusso Alexander Lukashenko e di limitare le operazioni con la Banca centrale russa a causa dell'invasione dell'Ucraina: lo ha annunciato oggi, lunedì, il primo ministro Fumio Kishida.

mc

28.2.2022 - 14:44

«Alla luce dell'apparente coinvolgimento della Bielorussia in questa aggressione, imporremo sanzioni contro il presidente Lukashenko e altri individui e organizzazioni e misure di controllo delle esportazioni», ha detto Kishida dopo un colloquio con il leader ucraino Volodymyr Zelensky.

«Al fine di rafforzare la fattibilità delle sanzioni finanziarie contro la Russia nella comunità internazionale, abbiamo deciso di imporre sanzioni per limitare le transazioni con la Banca centrale russa», ha aggiunto.

Preoccupano le armi nucleari russe

In una conferenza stampa, il capo di Gabinetto Hirokazu Matsuno ha espresso la sua preoccupazione sulla possibilità che Minsk possa dare ospitalità ad armi nucleari di fabbricazione russa dopo il referendum costituzionale tenuto la scorsa domenica, che contempla la possibilità di abbandonare lo status di nazione denuclearizzata.

Nel dimostrare il supporto economico a Kiev, il premier Kishida, ha confermato un pacchetto del valore di 100 milioni di dollari in assistenza umanitaria, dopo aver parlato al telefono con il presidente Zelensky.

mc