Posizione UE

«Il Governo dei talebani non è né inclusivo né rappresentativo»

SDA

8.9.2021 - 15:27

Il nuovo governo include tutti membri dei talebani o loro alleati e nessuna donna. Nella foto alcune donne manifestano a Kabul.
Il nuovo governo include tutti membri dei talebani o loro alleati e nessuna donna. Nella foto alcune donne manifestano a Kabul.
Keystone

L'Unione Europea ha criticato oggi la composizione del nuovo governo afghano dei talebani, affermando che non è né «inclusivo» né «rappresentativo».

SDA

8.9.2021 - 15:27

L'esecutivo presentato ieri «non sembra una formazione inclusiva e rappresentativa della ricca diversità etnica e religiosa dell'Afghanistan che speriamo di vedere e che i talebani hanno promesso nelle ultime settimane», ha detto un portavoce in un comunicato.

«Come annunciato dopo la riunione informale dei ministri degli esteri della scorsa settimana, la creazione di un 'governo di transizione inclusivo e rappresentativo attraverso i negoziati' è uno dei cinque parametri di riferimento che ci aspettiamo che i talebani soddisfino – ha aggiunto il portavoce -. Tale inclusività e rappresentanza è prevista nella composizione di un futuro governo di transizione e come risultato dei negoziati».

Anche gli Stati Uniti sono «preoccupati» dal governo formato dai talebani e lo giudicheranno sulla base dei fatti: «notiamo che la lista dei nomi annunciati» per la composizione del governo «include tutti membri dei talebani o loro alleati e nessuna donna», afferma il Dipartimento di Stato, dicendosi «preoccupato dai precedenti di alcuni membri. In ogni caso giudicheremo i talebani sulla base delle loro azioni e non delle parole». E fra le azioni sotto osservazione c'è la disponibilità o meno del nuovo governo di lasciar uscire dal paese gli afghani che lo vogliono.

Le parole del Dipartimento di Stato fanno eco a quelle della portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, secondo la quale «non c'è fretta di riconoscere i talebani»: tutto dipenderà dal loro comportamento, ha spiegato, e soprattutto dal trattamento riservato agli americani e agli afghani che vogliono lasciare il paese.

Il nuovo governo dei talebani include come ministro dell'interno Sirajuddin Haqqani, che è attualmente ricercato dall'Fbi per terrorismo.

SDA