Cantonale chiusa verso Brissago. E la strada alternativa crea malumori

SwissTXT / sam

18.8.2021

Il franamento avvenuto venerdì ad Ascona
Il franamento avvenuto venerdì ad Ascona
ti.ch

Proseguono i disagi al traffico che non danno pace sulla collina tra Ronco Sopra Ascona e Losone, strada alternativa dopo l'interruzione, da venerdì 13 agosto, del collegamento tra Brissago e Ascona, a causa della frana di una porzione di parete rocciosa.

SwissTXT / sam

18.8.2021

Qui automobili, ma anche camion, roulotte, rimorchi che circolano a fatica causano code e lunghe attese.

Al momento il passaggio alternativo collinare, che sta togliendo il sonno agli abitanti di Ronco Sopra Ascona e Arcegno è l'unico possibile, così cresce il malumore.

«Sabato, dalle 10 alle 18, le auto erano in coda da Losone fino quasi a Brissago. Passano automezzi con battelli, roulotte, rimorchi quando la strada non sarebbe adeguata al transito di questi mezzi. Poi si incastrano nelle strettoie e passano ore prima che si riesca a percorrere il tragitto», ha raccontato una donna ai microfoni della RSI.

Va infatti considerato pure che dalla litoranea del lago Maggiore, proprio in questo periodo, giunge oltre al normale traffico anche quello dei vacanzieri.

Cantonale riaperta non prima di venerdì

I lavori per la messa in sicurezza della strada cantonale intanto continuano perché, circa 50 metri sopra la carreggiata, ci sono ancora 10 metri cubi di roccia instabile che va frantumata artificialmente e fatta scendere, per evitare che frani in un secondo momento.

Un lavoro che sta richiedendo parecchio tempo, perché l'area è difficile da raggiungere. «Abbiamo dovuto fare un giro da sopra per raggiungere la zona. Son tutti lavori fatti a mano legati a una corda», ha spiegato ai microfoni della RSI il geologo cantonale Andrea Pedrazzini.

Secondo i tecnici i lavori potrebbero terminare venerdì 20 agosto.