Concorrenza

La Comco multa 7 concessionari VW in Ticino

mh, ats

30.6.2022 - 08:28

Comco multa sette concessionari VW in Ticino
Keystone

La Commissione della concorrenza (Comco) ha inflitto una multa di 44 milioni di franchi a sette concessionari Volkswagen del gruppo Amag in Ticino.

mh, ats

30.6.2022 - 08:28

L'accusa nei loro confronti è di aver costituito un cartello illecito tra il 2006 e il 2018 per per mantenere alti i prezzi nella vendita di veicoli nuovi a clienti privati e pubblici.

I sanzionati – Amag Automobili e Motori SA e i concessionari Autoronchetti Sagl, Garage Karpf & Co, Garage 3 Valli, Garage Carrozzeria Maffeis, Garage Nessi, Garage Weber-Monacao e Tognetti Auto – si sono accordati sull'insieme delle attività di vendita in Ticino, precisa una nota odierna della Comco.

Quest'ultima aggiunge che i rivenditori hanno concluso accordi sugli appalti pubblici, coordinato la politica dei prezzi per la vendita di veicoli nuovi a privati e si sono ripartiti il Ticino in zone di attività.

Nel sanzionare le imprese coinvolte nel cartello, la Comco precisa di aver tenuto conto della gravità e del tipo di infrazione, del ruolo svolto dalle singole parti al procedimento e il loro grado di partecipazione nell'ambito delle varie componenti del cartello.

In questo contesto, è stata in particolare considerata la posizione di forza del gruppo Amag, sottolinea il comunicato, aggiungendo che gran parte della sanzione è a suo carico. Contro la decisione è possibile interporre ricorso presso il Tribunale amministrativo federale (TAF).

«Comportamento inaccettabile»

In una nota, Amag afferma di accettare a sanzione, specificando che «alcuni responsabili dei garage Amag hanno tenuto in passato un comportamento inaccettabile nel Canton Ticino». L'importatore di auto afferma di aver adottato misure a livello di personale e di organizzazione per garantire che i principi di una corretta condotta aziendale siano coerentemente applicati in tutti i settori.

Amag aggiunge che il regolatore non ha riscontrato alcun pregiudizio finanziario ai clienti. L'importo della multa è stato calcolato sulla base del fatturato e di altri fattori e non è stato correlato ad alcun danno.

La Comco ha aperto l'inchiesta nel giugno 2018 e l'ha estesa nel dicembre dell'anno successivo ad altri concessionari ticinesi delle marche del Gruppo Volkswagen in Ticino visto l'emergere di nuovi fatti risalenti al 2006.

In seguito alle indagini della Comco, sono stati licenziati un membro della direzione di Amag responsabile del mercato ticinese e il direttore commerciale. Sandro Schwager, responsabile delle vendite per la regione di Sciaffusa/Winterthur, ha assunto la direzione di Amag in Ticino nel febbraio 2020.

mh, ats