Dalla Humabs di Bellinzona

Covid, pronti gli anticorpi ticinesi

30.9.2021

Immagine d'illustrazione.
Immagine d'illustrazione.
Archivio iStockphoto

Una nuova terapia contro il Covid-19 è ora disponibile in Svizzera ed è basata sugli anticorpi sviluppati dalla Humabs Biomed di Bellinzona. Berna ha acquistato 3'000 dosi.

30.9.2021

Il loro acquisto era già stato annunciato ma ora la cura è pronta per essere somministrata ai pazienti, riporta il portale della RSI.

L’anticorpo «Sotrovimab» è già stato approvato o autorizzato in 13 Paesi, dal Giappone, all’Australia, passando anche dagli Stati Uniti all’Unione europea che ha ordinato 220'000 dosi, afferma la RSI

«È una grande soddisfazione. La Svizzera si è mossa relativamente veloce per mettere questa medicina a disposizione delle persone a rischio di ospedalizzazione o di un decorso grave», spiega alla RSI Filippo Riva, direttore operativo di Humabs BioMed.

Il costo è molto più alto di un vaccino

L’efficacia, allo stadio iniziale della malattia, sembra molto alta: «L’anticorpo è in grado di ridurre in modo molto significativo il tasso di ospedalizzazione. – spiega ai microfoni della RSI Davide Corti, responsabile del laboratorio –. E dai dati sul campo, ancora preliminari, negli Emirati, dove l’anticorpo è stato somministrato a migliaia di persone, hanno dimostrato che la riduzione della mortalità è addirittura del 97%.»

La Svizzera ha ordinato 3'000 dosi. «È molto più complesso rispetto a un vaccino quindi la disponibilità è minore, e anche il costo è più alto: Berna ha acquistato anche dosi di altri anticorpi e per sapere se saranno sufficienti bisogna prima capire come evolverà la pandemia», conclude alla RSI Filippo Riva.