Giornata di agitazione

Caso Divoora, UNIA: «Quando è troppo è troppo»

Swisstxt

23.12.2021 - 12:39

Lugano: conferenza stampa sindacato Unia e Ocst, caso DIvoora. Nella foto un dettaglio dell'abbigliamento Diroora.
© Ti-Press / Pablo Gianinazzi
Lugano: conferenza stampa sindacato Unia e Ocst, caso DIvoora. Nella foto un dettaglio dell'abbigliamento Diroora. © Ti-Press / Pablo Gianinazzi
© Ti-Press / Ti-Press

«Divoora: rispetto e dignità per i lavoratori». Sotto l’egida di questo slogan giovedì mattina a Lugano il sindacato UNIA ha organizzato una giornata di agitazione e di astensione dal lavoro per denunciare che «quando è troppo è troppo». 

Swisstxt

23.12.2021 - 12:39

La fase di mobilitazione fa seguito all'interruzione delle trattative con l'azienda.

«Siete fermi ore e ore al freddo in attesa degli ordini, sempre a disposizione del datore di lavoro: ma questo tempo non vi è riconosciuto né remunerato», ha scritto su un volantino indirizzato ai lavoratori il sindacato, che denuncia pure l’ultima modifica contrattuale di novembre, che prevede salari al minuto ed è stato imposto dall’oggi al domani.

Viene denunciato anche l’utilizzo di mezzi propri non correttamente rimborsato, come il veicolo e il telefono.

Vengono pertanto fatte le seguenti rivendicazioni: il riconoscimento immediato di tutto il tempo di lavoro; il pagamento del salario per tutte le ore dei turni effettuate; una pianificazione dell’orario di lavoro equa e regolare; l’introduzione di un sistema corretto di rimborso spese per l’utilizzo di veicoli privati; il riconoscimento del diritto all’indennità di malattia.

Swisstxt