Persone in difficoltà

Dopo 10 anni, al via i lavori per Casa Marta a Bellinzona

SwissTXT / pab

14.7.2021

Bellinzona: conferenza stampa avvio lavori Casa Marta. Nella foto, scorcio all'esterno del cantiere della Casa Marta © Ti-Press / Samuel Golay
BNella foto, scorcio all'esterno del cantiere della Casa Marta
Ti-Press

Se tutto procederà come previsto, Casa Marta tra due anni sarà realtà. Dopo una storia travagliata durata più di 10 anni, martedì sono stati messi i ponteggi all'ex stabile Ostini in via Guisan a Bellinzona e dopo le vacanze dell'edilizia partiranno i lavori di restauro.

SwissTXT / pab

14.7.2021

Il Canton Ticino avrà così il suo terzo centro di prima accoglienza per ospitare persone in difficoltà dopo Casa Astra a Mendrisio e Casa Martini a Locarno.

L’edificio avrà un soggiorno con camino, una cucina, una mensa e un totale di 30-32 posti letto. Ci saranno camere singole, doppie e triple, ma soprattutto ci saranno dei piccoli appartamenti veri e propri che potranno ospitare anche intere famiglie, e questa è una novità rispetto a casa Astra e casa Martini.

I lavori – l’edificio è protetto a livello locale - dureranno due anni. Il costo è di 4,5 milioni di franchi. In quella che era la locanda Settecentesca fuori le mura di Bellinzona, successivamente diventata una casa per operai prima dell'abbandono negli anni sessanta, ci saranno una trentina di posti letto fra camere e piccoli appartamenti.