Accoltellò un connazionale in un parcheggio, chiesti 6 anni

Swisstxt

23.2.2021 - 17:56

Ticino: violenza, giovani e liti, accoltellamenti. Nella foto  un coltello a serramanico abbandonato sporco di sangue (ricostruzione fotografica) su un marciapiede.
© Ti-Press/Carlo Reguzzi
Immagine d'illustrazione
Ti-Press

Sei anni e mezzo di carcere e l’espulsione dal Paese.

È questa la richiesta di pena per il richiedente l’asilo iracheno accusato di tentato omicidio intenzionale per aver accoltellato un connazionale nel parcheggio di un supermercato a Pregassona.

L’imputato aveva sfregiato il viso dell’amico con un coltellino, provocandogli un taglio di quasi 10 centimetri dall’orecchio verso la guancia. Gli aveva poi inferto altri fendenti e ferite quando i due erano finti a terra presi in una colluttazione.

La difesa ha invece chiesto il proscioglimento dai reati principali e al massimo 12 mesi sospesi per lesioni semplici aggravate.

Tornare alla home page