Frontalieri: Maurer a Bellinzona

SwissTXT

16.10.2020 - 12:48

Ueli Maurer 
KEYSTONE/PETER KLAUNZER

A Bellinzona si attendono oggi, venerdì, novità sull'accordo tra Svizzera ed Italia sull'imposizione dei frontalieri.

A fine mattinata il capo del dipartimento federale delle finanze, Ueli Maurer, è infatti arrivato in Ticino per aggiornare il Governo cantonale sui negoziati con Roma.

L'attesa è grande, perché per la prima volta, da quando è stato annunciato il cambio di passo nei negoziati con Roma, in Ticino c'è il titolare del dossier.

L'obiettivo di Berna (e del Canton Ticino) è quello di guadagnare di più dall'imposizione dei frontalieri e rendere meno attrattivi i salari bassi. Quello di Roma è invece di salvaguardare gli interessi dei propri lavoratori.

Lavoratori senza frontiere

Se un frontaliere lavora da casa può ancora essere definito tale? Con un accordo tra Svizzera e Italia, a giugno, si è deciso che per il periodo dell’emergenza sanitaria sarà così, ma si tratta di un’eccezione alla convenzione sui frontalieri del ’74 – ora in revisione.

Come trattare l’home office quando tornerà la normalità? Se praticato per più del 25%, la previdenza professionale ricade sull’INPS italiana, ma è aperta anche la questione fiscale perché a rigor di logica chi vive e lavora in un paese dev’essere tassato lì, anche se il suo datore di lavoro è estero. 

Tornare alla home page

SwissTXT