La spada di Damocle su Brinzauls deve essere fermata

SDA

15.1.2021 - 11:36

La costruzione di un cunicolo di sondaggio sarà la prima fase per salvare Brinzauls (GR) dall'incombente frana.
Keystone

La montagna che sovrasta il paesino di Brienz/Brinzauls (GR) è in continuo movimento. Il pericolo incombe sul centinaio di anime che vi abitano. Pronto un progetto per sondare l'efficacia di un sistema di drenaggio.

A causa dei movimenti fortemente accelerati nel sottosuolo sopra il villaggio di Brienz/Brinzaul, all'inizio del 2020 sono stati avviati studi di fattibilità completi per individuare le misure necessarie per proteggere la popolazione che vi abita e la strada di collegamento fra Alvaneu a Lenz (GR).

In un comunicato odierno del Comune di Albula si legge che gli spostamenti attuali del terreno nelle varie zone sopra Brienz variano da 1,1 a 5,8 metri all'anno.

Il testo iniziale del progetto dell'Ufficio tecnico dei Grigioni, pubblico sul sito web del cantone, spiega che «l'obiettivo delle future misure di risanamento è quello di rallentare il più possibile il movimento della frana per giungere ad uno spostamento annuo inferiore ai 10 centimetri.»

Le perizie geologiche in corso dal 2018 stanno fornendo numerose indicazioni relative alle condizioni delle acque che scorrono nel sottosuolo stabile e all'interno della massa franosa. I risultati indicano che l'instabilità del terreno è dovuta alle elevate pressioni dell'acqua nel sottosuolo. In questi casi la soluzione migliore è la costruzione di apposito sistema di drenaggio che dovrebbe portare a risultati positivi.

La prima fase del progetto prevede la realizzazione di una galleria di sondaggio del costo circa 10 milioni di franchi. Dopo questa prima fase dovrebbe essere possibile comprovare l'efficacia di un impianto di drenaggio. Si attendono i primi risultati per la primavera del 2022. Successivamente sarà possibile iniziare con la progettazione delle effettive misure di risanamento.

Tornare alla home page