Progetto

Nei Grigioni la foresta sarà rinnovata entro il 2035

danu, ats

13.8.2021 - 12:00

Foreste grigionesi
Foreste grigionesi
gr.ch

Il Cantone dei Grigioni intende garantire la rinnovazione delle foreste a cadenza quinquennale entro il 2035. Si mira in particolare a riparare i danni causati dalla selvaggina e a ridurre i disturbi causati dall'uomo.

danu, ats

13.8.2021 - 12:00

La strategia dell'Esecutivo retico è stata denominata «Spazio vitale bosco-selvaggina 2021». Come si legge nella nota odierna dell'Amministrazione cantonale, «per la popolazione grigionese un bosco di protezione sano e ben strutturato garantisce in maniera duratura la sicurezza». Le foreste sono tuttavia abitate anche da molti animali selvatici che spesso provocano danni eccessivi. Il Governo ha perciò definito 10 obiettivi e 40 misure da raggiungere nei prossimi anni.

Il primo passo mira a garantire la rinnovazione delle latifoglie. Sono alberi, questi, che rivestono un ruolo sempre più importante, anche in relazione ai cambiamenti climatici. La seconda tappa prevede una sana crescita degli abeti bianchi, mentre la terza, il tutto entro il 2035, vuole fare in modo che tutte le specie arboree non vengano più danneggiate in modo eccessivo dalla selvaggina.

Il comunicato odierno afferma che occorre anche intensificare la caccia nel bosco, allo scopo di ridurre l'effettivo di selvaggina, e diminuire in modo mirato i disturbi allo spazio vitale degli animali selvatici. Questo per evitare che la selvaggina si concentri nei boschi problematici, consumando molta energia e causando così ulteriori danni.

Il Governo retico intende realizzare il progetto «Spazio vitale bosco-selvaggina 2021» in collaborazione con i cacciatori, i comuni, che sono i maggiori proprietari di boschi, con il settore turistico e quello agricolo.

danu, ats