Covid, la situazione peggiora in Ticino, infezioni ai massimi da gennaio

Swisstxt

1.12.2021 - 06:50

La situazione sul fonte pandemico continua a deteriorarsi sia nei Grigioni che in Ticino, dove si registra un record di contagi e un decesso legato all'infezione da Sars-CoV-2.

Immagine d'illustrazione
KEYSTONE/AP/DAVID J. PHILLIP

Swisstxt

1.12.2021 - 06:50

Le autorità sanitarie cantonali mercoledì mattina hanno reso noto che nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 204 contagi. Il dato riguardante le positività rappresenta un nuovo primato dallo scorso gennaio, nella fase discendente dell'ondata che si era verificata nell'autunno-inverno scorso. Si registra anche un ulteriore decesso per Covid-19.

Peggiora la situazione negli ospedali: i ricoverati totali sono 72, 8 dei quali in cure intensive. Nell'ultimo mese il numero dei ricoverati per Covid-19 si è moltiplicato per 8. Dei due nuovi pazienti, uno è un residente di una casa anziani.

Continua intanto a crescere il numero delle classi in quarantena, che sono ora 54: alla lista se ne sono aggiunte altre 12 in 10 diverse sedi.

Sempre alti i numeri nei Grigioni

La situazione pandemica non migliora nemmeno nei Grigioni: in una giornata sono state segnalate 286 nuove infezioni da Covid. Il dato indica un leggerissimo calo rispetto al picco registrato martedì (295) ma  resta tra i più alti dall'inizio della pandemia.

Dopo l'aumento dei pazienti Covid di martedì, la situazione negli ospedali si è stabilizzata: restano ricoverate 63 persone, con una lieve flessione dei casi gravi. Nei reparti di cure intense risultano sette pazienti, uno in meno del giorno precedente, di cui cinque sono sottoposti a respirazione artificiale.

Non è stato registrato nessun nuovo decesso legato al Covid-19, con bilancio fermo a 208 morti.

Swisstxt