Nuovo picco di contagi nei Grigioni, dove si cercano ex infermieri, tre morti in Ticino

Swisstxt

12.1.2022 - 10:52

Tornano a salire i contagi nel canton Grigioni, come il Ticino fra i più colpiti in questa fase dall'ondata di infezioni causata dalla variante Omicron. Le autorità retice, in previsione di un possibile collasso del sistema sanitario, lancia un'appello agli ex infermieri. Si continua a morire di Covid in Ticino.

L'attuale situazione del Covid in Svizzera è simile a quella dell'anno scorso, con un numero elevato di casi e capacità di terapia intensiva limitata.
Immagine d'illustrazione
Keystone/Gaetan Bally

Swisstxt

12.1.2022 - 10:52

Altre tre persone sono morte di Covid-19 nelle ultime 24 ore in Ticino, portando a 1070 decessi il bilancio della pandemia.

L’Ufficio del medico cantonale ha registrato 1’548 nuovi contagi. Erano 1’549 martedì, mentre una settimana fa era stato toccato il primato assoluto di 2’021. Scende da 178 a 168 il numero dei pazienti in ospedale, da 16 a 14 quello delle persone in cure intense.

Nelle case anziani l’ADICASI segnala 12 nuovi contagi, per un totale di 62 casi attivi suddivisi in 14 delle 68 strutture esistenti.

Tre residenti sono guariti dalla malattia, nessuno è morto. La quasi totalità dei positivi è vaccinata, nessuno manifesta sintomi gravi.

Nuovo picco nei Grigioni

Mercoledì sono stati annunciati 1'214 nuovi casi nei Grigioni in 24 ore, dato che eguaglia quello di venerdì scorso ed è secondo solo a quello del 6 gennaio. Le persone in isolamento aumentano così a 8'551, quelle in quarantena sono invece 1'602. Non ci sono stati morti.

Negli ospedali la situazione è stabile, con 32 pazienti complessivi (+1) di cui 8 in cure intense. Di questi, 7 (-1) sono sottoposti a respirazione artificiale. La regione Maloja, con 218 nuovi casi su 18'000 abitanti, è la più toccata. Uno su 12 è attualmente positivo.

Si cercano infermieri

Il Governo grigionese ha deciso che tutte le persone domiciliate nel cantone che dispongono di un diploma di infermiere, ma che attualmente non svolgono la professione appresa, sono tenute ad annunciarsi e registrarsi senza indugio.

Questo, si legge in un comunicato di mercoledì, perché ci si attende che la forte ondata di contagi in atto possa portare il sistema sanitario ai propri limiti.

Secondo la legge sanitaria, il «Cantone può obbligare le aziende del settore sanitario e i professionisti della salute a collaborare alla prevenzione e alla lotta contro malattie trasmissibili dell'essere umano».

A tale scopo è stato attivato un modulo online. Sono toccate dal provvedimento le persone che dispongono di certificati di infermiere o operatorie sanitario, secondo un elenco disponibile sul sito delle autorità cantonali.

Gli infermieri e gli altri professionisti del settore sanitario diplomati, che attualmente non praticano la professione appresa, sono pertanto obbligati ad annunciarsi al Cantone dei Grigioni tramite il formulario sul sito web www.gr.ch/covid-personal. Le persone che appartengono a un gruppo a rischio ne sono esentate.

Swisstxt