Il Ticino valuta la mascherina obbligatoria in tutti i luoghi pubblici al chiuso

SwissTXT / pab

29.11.2021

Il consigliere di Stato Raffaele De Rosa
Il consigliere di Stato Raffaele De Rosa
Ti-Press

La situazione pandemica peggiora ovunque e quindi anche il Canton Ticino sta pensando a come reagire.

SwissTXT / pab

29.11.2021

«Intendiamo sottoporre ai colleghi del Consiglio di Stato la reintroduzione dell'uso obbligatorio della mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico e per le manifestazioni al chiuso in aggiunta all'obbligo del certificato Covid»: così ai microfoni della RSI il direttore del Dipartimento della sanità e socialità del canton Ticino, Raffaele De Rosa.

La proposta sarà messa sul tavolo nella seduta di Governo di mercoledì e a quel punto si deciderà anche l'eventuale tempistica.

Escluse invece al momento restrizioni ad hoc per le persone non vaccinate (il cosiddetto «2G» che prevede più libertà per vaccinati e guariti). «Al momento queste misure non sono sul tavolo», fa sapere De Rosa.

«Riteniamo estremamente importante agire preventivamente adottando la misura giusta al momento giusto. Abbiamo notato che con l'arrivo dell'inverno e la diminuzione delle temperature c'è un aumento delle frequenze degli scambi al chiuso che probabilmente è anche all'origine dell'aumento dei contagi e dei ricoveri», osserva il consigliere di Stato.

Durante il fine settimana, in Ticino si sono registrati 344 nuovi contagi, con due decessi e quattro ricoveri in più per Covid negli ospedali.