Llamas avverte: «L'onda non è passata. Noi siamo sull'onda»

SwissTXT / pab

7.4.2020 - 22:15

Michael Llamas
Ti-Press

«In Ospedale siamo motivati. Abbiamo retto al primo urto di questa onda e stiamo lavorando. Devo però ricordare alle persone che l’onda non è passata. Di fatto siamo sull’onda. Vuol dire che abbiamo ancora dei pazienti in terapia intensiva e in reparto».

Lo ha dichiarato Michael Llamas, direttore sanitario dell’Ospedale La Carità di Locarno, intervenuto al Quotidiano della RSI.

L’obiettivo, ha anche detto Llamas, «era evitare che il sistema sanitario fosse sopraffatto dal virus. Adesso la prima ondata è arrivata, stiamo curando i nostri pazienti. Lentamente quest’onda scenderà e con l’allentamento delle misure vedremo verosimilmente riapparire un’altra onda a cui dovremo far fronte».

«Se avete un problema di salute andate in ospedale!»

Llamas ha infine lanciato un appello a tutti quelli che in queste settimane hanno paura a rivolgersi a un ospedale perché temono un contagio.

«Ci si può fidare degli ospedali – ha detto - perché la rete sanitaria ticinese ha fatto in modo di dividere in maniera chiara la presa a carico dei pazienti covid da quelli non covid. Quindi, se avete un problema di salute non posso che esortarvi a consultare gli ospedali e i pronto soccorso. Tutto è stato fatto per fare in modo che questo avvenga nella massima sicurezza».

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page