Mascherine alle medie? Bertoli: «Non ancora necessario»

SwissTXT / pab

28.10.2020

Manuele Bertoli
Manuele Bertoli
Ti-Press

Non è ancora tempo di introdurre le mascherine obbligatorie alle scuole medie. Parola di Manuele Bertoli, direttore del Dipartimento educazione, cultura e sport ticinese (DECS).

Il Consiglio federale ha infatti esteso oggi, mercoledì, l'obbligo delle mascherine solo nelle scuole a partire dal livello secondario II (licei, scuole professionali, …), una misura che era già in vigore in Ticino.

Sempre di oggi è però pure la notizia che è scattato l'obbligo dell'utilizzo della mascherina in una seconda scuola media dopo quella di Cadenazzo, ossia quella di Canobbio, dove sono state poste in quarantena tre classi.

«Misura da considerare, ma solo quando sarà opportuno»

Un’estensione dell’obbligo a tutte le scuole medie è però prematuro secondo Bertoli, raggiungo dalla RSI dopo la conferenza stampa delle autorità federali.

«I dati ci dicono che la misura non è necessaria. C’è un dato interessante: il tasso di assenze, anche se non è ancora preciso perché non lo raccogliamo frequentemente e cercheremo di migliorare in questo senso, nel post obbligo e nell’obbligo è sostanzialmente lo stesso. Ricordo che nel post obbligatorio la mascherina è già obbligatoria per tutti, mentre nelle scuole dell’obbligo non lo è. Se facesse la differenza forse avremmo quindi qualche dato diverso, ma non li abbiamo e questo ci dice che è una misura che è sempre da considerare, ma solo quando sarà opportuno», conclude il direttore del DECS.

Tornare alla home page