Maxitruffa

Maxitruffa: operatore finanziario luganese condannato, ma scarcerato

SwissTXT / pab

22.12.2021

Immagine d'illustrazione
Immagine d'illustrazione
archivio Ti-Press

È stato condannato a 6 anni e 9 mesi di carcere l’operatore finanziario luganese, finito a processo alle Assise Criminali a Lugano con l’accusa di essere coinvolto di una maxitruffa da 80 milioni di franchi.

SwissTXT / pab

22.12.2021

Soldi sottratti a oltre 70 clienti che avevano affidato i loro averi a lui e al suo complice, che verrà processato separatamente.

L’imputato ha già trascorso in prigione 4 anni e 7 mesi, e avendo quindi scontato due terzi della pena sarà il giudice dei provvedimenti coercitivi a decidere, entro tre mesi, se confermare la sospensione della pena residua. Nel frattempo, il 49enne è stato scarcerato.

È stato invece prosciolto l’assicuratore italiano, ormai pensionato, che aveva proposto un investimento – poi rivelatosi truffaldino – a una fondazione italiana: per la Corte non vi è infatti prova che sapesse che fine faceva il denaro.