Revisione

Nuove norme per i fiduciari ticinesi

SwissTXT

13.11.2019 - 17:40

Norman Gobbi e Cristina Maderni, presidente di categoria.
Source: Ti-Press

L'autorizzazione a livello cantonale non sarà più richiesta a chi opera in ambito finanziario, in futuro assoggettato alla vigilanza della FINMA, mentre è confermata per commercialisti e immobiliaristi.

È questa la principale novità contenuta nel messaggio del Consiglio di Stato ticinese riguardante la legge sull'esercizio delle professioni di fiduciario.

La norma era da adeguare all'evoluzione del diritto federale che entrerà in vigore il 1° gennaio 2020 e che è volta a una maggiore tutela del cliente. Gli iscritti all'albo in Ticino sono 1'500, 400 dei quali lavorano nel ramo finanziario. La revisione passa ora al vaglio del Gran Consiglio.

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page

SwissTXT