Premi letterari

Premi «Terra nova»: insignito anche il traduttore di Giovanni Orelli

pv, ats

1.4.2021 - 13:59

Una foto di Giovanni Orelli: l'autore della traduzione in francese del suo libro "I mirtilli del Moléson" è stato premiato.
Keystone

La Fondazione svizzera Schiller ha assegnato i premi «Terra nova» agli autori Lukas Meisel e Thomas Flahaut e al traduttore Renato Weber, che ha trasposto in francese un'opera di Giovanni Orelli.

pv, ats

1.4.2021 - 13:59

I premi, dotati di 5.000 franchi ciascuno, saranno consegnati il 3 ottobre nell'ambito degli incontri letterari «Textures» a Friburgo, ha annunciato oggi la fondazione.

Lukas Meisel, nato a Zurigo nel 1987, è stato premiato per il suo libro «Buch der geträumten Inseln», in cui – secondo la giuria – gioca «virtuosamente» con i modelli del romanzo d'avventura. Meisel racconta la storia di Robert Akeret, un criptozoologo svizzero leggermente autistico in una spedizione scientifica in Papua Nuova Guinea.

Il secondo scrittore premiato, Thomas Flahaut, si è laureato all'Istituto di letteratura di Bienne. L'autore di origine francese ha ottenuto il riconoscimento per il suo libro «Les Nuits d'été», che narra di tre giovani adulti che si apprestano ad affrontare un futuro incerto.

Renato Weber infine, ha vinto il premio per «Les Myrtilles du Moléson», per la sua traduzione in francese del romanzo «I mirtilli del Moléson» dello scrittore ticinese Giovanni Orelli, morto nel 2016.

Il premio Terra nova viene assegnato dal 2013 ad autori svizzeri all'inizio della loro carriera. I traduttori vengono premiati per la traduzione di un'opera letteraria svizzera in un'altra lingua nazionale.

pv, ats